• on settembre 29, 2020

L’eccidio di Marzabotto, 76 anni fa, ci richiama ai principi di pace e di democrazia

Centinaia di civili furono massacrati dalle squadre naziste il 29 settembre 1944 nelle terre attorno a Monte Sole, in provincia di Bologna. Un eccidio impossibile da dimenticare e che anzi, afferma il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ci ricorda i valori irrinunciabili su cui si fonda l’Italia del dopo guerra e l’Europa: pace, rispetto dei diritti umani, libertà e cooperazione