• on luglio 10, 2020

Srebrenica, per Papa Wojtyla fu un crimine e una “sconfitta della civiltà”

Il genocidio di Srebrenica di 25 anni fa è stata una delle peggiori efferatezze compiute dalla fine della seconda guerra mondiale. “Un crimine contro l’umanità” per san Giovanni Paolo II, che sprofondò l’Europa “nell’ abisso dell’abiezione”. L’ appello, durante tutta la guerra in Bosnia, a fare il possibile “per disarmare l’aggressore”