• on luglio 18, 2020

Al voto in Siria tra focolai di violenze e crisi economica

Domani, domenica 19 luglio, si vota per le legislative in Siria, dove, dopo nove anni di guerra non si muore più come prima, ma non si può ancora parlare di completa pacificazione. In particolare, le armi non tacciono nel nord ovest del Paese e anche nell’est resta molto alta la tensione. Intanto, l’80 per cento della popolazione è caduto sotto la soglia di povertà. Con noi l’esperto dell’area Lorenzo Trombetta