• on agosto 12, 2020

Russia: venti anni fa la tragedia del sottomarino Kursk

Era il 12 agosto del 2000, quando il sottomarino nucleare russo K-141 Kursk, durante un’esercitazione militare, affondò nel mare di Barents a causa di due esplosioni avvenute a bordo per cause imprecisate. In seguito alle deflagrazioni morì la maggior parte dei 118 marinai che costituivano l’equipaggio. Altri 23 ufficiali superstiti, mentre in superficie si faceva di tutto per salvarli grazie anche alla cooperazione internazionale, perirono ore dopo per asfissia