• on marzo 4, 2021

L’attesa dei cristiani iracheni di Germania, che vedranno il Papa solo in tv

Nessuna delle 10 mila famiglie di caldei e siro-cattolici emigrate nella “locomotiva d’Europa”, causa pandemia, potrà raggiungere l’Iraq per il viaggio di Francesco, ma lo accompagneranno con la preghiera. Don Basa, parroco per il Nord Reno – Westfalia: “C’è gioia, preoccupazione e speranza. Come messaggero di pace, la visita del Papa potrà aprire la strada al dialogo e alla fratellanza”