• on marzo 26, 2021

Pupi Avati: la Statio Orbis, in quel deserto c’eravamo tutti

Il regista racconta sulle pagine de L’Osservatore Romano le impressioni rimaste a un anno di distanza dalla preghiera del Papa del 27 marzo 2020, nella Piazza San Pietro vuota: quella scena, afferma, includeva tutto il nostro essere anche oltre la pandemia, “una sorta di ultima istanza, come non ci fosse più niente altro a cui appellarsi se non appunto qualcosa che ci trascende”.