• on febbraio 2, 2021

Il Papa: Dio aspetta l’uomo con una pazienza che non fa calcoli

Essere capaci di vedere la luce in mezzo all’oscurità e portare questa luce al mondo intero: è ciò che Papa Francesco augura alle persone consacrate nella Messa celebrata in San Pietro per la Presetazione del Signore al Tempio: “Dio lavora il terreno della storia e del nostro cuore”, infonde speranza e misericordia. Alla fine della Messa l’appello ai religiosi: fuggire dal “chiacchiericcio” e “non perdere il senso dell’umorismo”