• on novembre 5, 2021

Non fermarsi alla cura ma donare anche conforto e vicinanza

Grande emozione tra gli universitari, ricercatori, medici, cappellani e specialisti che questa mattina attendevano Papa Francesco all’Università Cattolica del Sacro Cuore. Alla celebrazione anche un gruppo di senza fissa dimora che vivono nella struttura ospedaliera