• on novembre 9, 2020

Dal Guatemala “grazie” al Papa per la vicinanza dopo il passaggio di Eta

Ieri all’Angelus, Francesco ha rivolto il suo pensiero alle popolazioni dell’America centrale colpite dall’uragano che ha provocato circa 200 vittime tra morti e dispersi, soprattutto in Guatemala. Dal distretto dell’Alta Vera Paz, uno dei più devastati, la testimonianza di padre Vittorio Castagna, salesiano da 10 anni nel Paese guatemalteco