• on marzo 25, 2022

Il nunzio in Ucraina: invocare Maria non è un atto magico, è conversione dei cuori

Nel giorno della Consacrazione di Russia e Ucraina alla Vergine, monsignor Kulbokas, da Kiev, spiega il senso della preghiera. “Non si può chiedere pace e rimanere induriti”, precisa, e auspica che presto cattolici e ortodossi potranno compiere lo stesso segno insieme. “La guerra è ripugnante ma dobbiamo sforzarci di costruire una cultura di riconciliazione. “Mi viene da piangere a pensare a un’anziana che cerca in strada, come cibo, il pane per gli uccelli”

Leggi Tutto