• on ottobre 12, 2021

L’arcivescovo di Napoli, “stanno uccidendo la città”

In una lettera dai toni preoccupati e drammatici, monsignor Domenico Battaglia lancia un monito ai camorristi che hanno dimenticato di essere umani, a molti che si mostrano indifferenti, alla politica che si è abituata al sangue versato. Al contempo esorta a lavorare perché Napoli ritrovi la sua vocazione di “città di pace, accoglienza e solidarietà”