• on ottobre 1, 2021

Mese missionario: “non possiamo tacere”. Strumenti per animare parrocchie e diocesi

Prende il via oggi il mese che la Chiesa universale dedica alla missione: l’appuntamento principe in calendario è la Giornata missionaria mondiale (Gmm) che ogni anno viene celebrata nella penultima domenica di ottobre. La Fondazione Missio, espressione delle Pontificie opere missionarie nella Chiesa italiana, ha programmato una serie di iniziative per animare alla missione diocesi e comunità locali.

“Non possiamo tacere…”. A descrivere i contenuti della 95esima edizione della Gmm, che ha per slogan “Testimoni e profeti”, è don Giuseppe Pizzoli, direttore di Missio e dell’Ufficio nazionale Cei per la cooperazione missionaria tra le Chiese: “ogni anno proponiamo un tema per la Gmm, sia per dare un sapore sempre nuovo alla sua celebrazione, sia perché tale tema diventa motivo di approfondimento e formazione missionaria per tutta la durata dell’anno pastorale. Quest’anno siamo chiamati e inviati ad essere ‘Testimoni e profeti’ di un mondo nuovo. Siamo testimoni e profeti del Regno di Dio, che non è solo una promessa, ma è già inaugurato, è già presente. E, come ci ricorda Papa Francesco nel suo Messaggio per la Gmm, noi ‘non possiamo tacere quello che abbiamo visto e ascoltato’ (At 4,20): da autentici ‘missionari di speranza’ lo annunciamo perché sia una speranza rigeneratrice per tutti”.

Avvenire, Sir e settimanali diocesani. L’impegno del “non tacere” quanto i missionari annunciano in prima persona e testimoniano con la vita, viene concretizzato anche con una campagna di comunicazione che prende il via con l’inizio d’ottobre e segue vari canali. Sul quotidiano Avvenire, ogni sabato, a partire da domani, nelle pagine di Catholica vengono pubblicati articoli per approfondire i contenuti del mese missionario, la tematica della testimonianza e della profezia, il significato della solidarietà verso le Chiese più giovani e per presentare gli strumenti che le diverse Opere missionarie mettono a disposizione delle realtà ecclesiali locali. Sul sito dell’Agenzia Sir vengono pubblicati approfondimenti tematici dell’Ottobre missionario in vista della Gmm 2021, arricchiti dalla straordinarietà di storie di missionari che operano in diversi Paesi del Sud del mondo restituendo dignità agli ultimi e condividendo il Vangelo con la vita. Tali materiali, a disposizione della Federazione italiana settimanali cattolici (Fisc), potranno essere pubblicati anche sulle testate e i siti diocesani che vorranno rilanciarli.

Campagna social e video. Da domani, inoltre, prende il via una campagna social che Missio ha ideato insieme ai Centri missionari diocesani: ogni giorno di ottobre, sui social network della Fondazione e delle rispettive diocesi, saranno condivise pillole di ciò che “non può essere taciuto” in ordine ad esperienze di missione che si impegnano nel sostegno della pace, nell’annuncio della speranza, nella costruzione del futuro, nella condivisione della gioia. Le modalità ideate sono diverse: da brevi video che presentano realtà locali in cui si vive tutto ciò, a docufilm prodotti da Luci nel Mondo per la Fondazione Missio, in cui si intervistano missionari che in vari angoli del pianeta diventano testimoni e profeti per ciò che vivono in mezzo alla loro gente nel quotidiano.

I martedì su Tv2000. Anche Tv2000 è impegnata nella comunicazione del mese missionario: ogni martedì di ottobre, infatti, all’interno del programma pomeridiano “Il diario di Papa Francesco” sarà data voce in studio a missionari che declineranno i tanti significati della missione, tema centrale nel magistero di Bergoglio.

Progetti e solidarietà concreta. Per completare la campagna di comunicazione che Missio ha ideato per l’ottobre, vengono presentati sul sito della Fondazione (www.missioitalia.it) alcuni dei progetti missionari di sostegno alle giovani Chiese, finanziati con le offerte che i fedeli doneranno in tutte le chiese italiane durante le messe celebrate nella Gmm. A tale proposito, precisa don Pizzoli: “non dimentichiamo che per le giovani Chiese l’unico organismo che elargisce aiuti per l’attività pastorale sono le Pontificie opere missionarie, attraverso la nostra solidarietà e la colletta della Gmm che si svolge per volontà del Papa, fin dal 1926, in tutte le parrocchie e comunità cattoliche del mondo. In questo modo tutti possiamo sentirci vicini a chi è impegnato nell’opera di annuncio ad gentes”.

(*) redazione Missio