• on ottobre 12, 2020

La comunità nigerina di padre Maccalli in festa per la sua liberazione

“Quando la nostra gente ha appreso la notizia si è messa a danzare” racconta padre Mauro Armanino, confratello del religioso rilasciato dopo due anni di prigionia. “La sua stanza è ancora qui, non è stata mai toccata. Gigi il prossimo anno tornerà per salutarci, poi chissà”