• on novembre 30, 2020

Il cardinale Feroci: un sacerdote non è vero se non è umano

Il neo porporato spiega la sua visione di un uomo consacrato a Dio: la prima qualità è quella di servire la Chiesa immersi nella vita della gente. In questo tempo di Covid, dice, dobbiamo saper condividere il dolore di chi è in lutto: “Se non ci rendiamo conto che quelle persone stanno piangendo perché dobbiamo fare il cenone di Natale, siamo fuori strada”