• on agosto 31, 2020

(Fine) estate in piattaforma. Tra novità e successi consolidati i nostri consigli di buona visione

Spiaggiati ancora sotto l’ombrellone o al riparo sotto le fronde di un albero tra collina e montagna, in questa fine d’estate il tempo per un buon film o per il consumo “mordi e fuggi” di qualche episodio di una serie tv lo si trova sempre. Ecco allora i consigli di buona visione della Commissione nazionale valutazione film Cei e del Sir guardano alle principali piattaforme online, in attesa che finalmente la stagione cinema ridecolli con la Mostra del Cinema della Biennale di Venezia e con l’arrivo in sala del colossal “Tenet” (dal 26 agosto) targato Christopher Nolan.
Netflix a caccia di giovani con le rom-com “Sotto il sole di Riccione” e “Kissing Booth 2”
L’offerta che più strizza l’occhio al pubblico di adolescenti e giovani adulti è senza dubbio quella di Netflix. Già tra aprile e maggio il colosso streaming si era portato avanti con la programmazione estiva rilasciando prodotti mirati come “Summertime” e “Skam Italia 4”, che hanno fatto puntualmente incetta spettatori. Ora, tra luglio e agosto sono arrivati i film “Sotto il sole di Riccione” e “Kissing Booth 2”. Il primo è un “Sapore di mare” (1983) aggiornato all’estate 2020, che porta la firma nella sceneggiatura di Enrico Vanzina con un omaggio al fratello Carlo e la ritrovata presenza nel cast di Isabella Ferrari. La ricetta è la stessa: sole, mare, amici, scherzi, amori palpitanti e ritorni di fiamma, in un mix che unisce tenerezza, umorismo e malinconia. Alla regia i videomaker YouNuts! mentre le musiche (azzeccatamente furbe) sono quelle di Tommaso Paradiso e i Thegiornalisti.
Con il secondo titolo, “Kissing Booth 2”, Netflix punta a bissare il notevole successo della precedente commedia romantica del 2018, “Kissing Booth”, dal romanzo di Beth Reekles e ambientata in un liceo di Los Angeles. Anche qui amicizie, gag a ripetizioni, musica accattivante, primi brucianti amori e poi le sfide poste dall’ingresso nell’età adulta, a cominciare dalla scelta dell’università. Confermati i popolari protagonisti Joey King, Jacob Elordi e Joel Courtney. Tra le curiosità, nel cast c’è anche la regina delle commedie romantiche anni ’80 Molly Ringwald, che ricordiamo per “Sixteen Candles” e “Breakfast Club”.
Insomma, due proposte Netflix assolutamente scacciapensieri, fresche, freschissime, come una granita estiva…. ma non di più! Se si è in cerca invece di sapori leggeri ma con più struttura, allora si può optare per un bel un tuffo nel passato, andando a recuperare due cult imperdibili: la trilogia “Ritorno al futuro” (“Back to the Future”, 1985-1990) firmata e diretta da Robert Zemeckis, con Michael J. Fox e Christopher Lloyd, musiche di Alan Silvestri, come pure la tetralogia “Indiana Jones” (1981-1989; 2008) con Harrison Ford, ideata da George Lucas e diretta da Steven Spielberg, mentre le musiche sono firmate da John Williams. Divertimento (senza tempo) assicurato!
Voglia di grande cinema con Prime Video, tra “1917” e “18 regali”
L’offerta di Amazon tramite la piattaforma Prime Video punta sempre più sul grande cinema, con gustose anteprime e opere di primo piano nella stagione appena conclusa. Iniziamo dal colossal “1917” di Sam Mendes, uno dei film più apprezzati dell’anno e vincitore di tre Oscar e due Golden Globe. Un viaggio concitato, immersivo, tra le trincee della Grande guerra in Europa, accanto a due soldati inglesi chiamati a una missione disperata per salvare i propri commilitoni. Altra vigorosa prova di regia per Mendes, dopo “American Beauty” e “Skyfall”. Tra gli interpreti di “1917” alcuni grandi volti del cinema britannico contemporaneo: Colin Firth, Benedict Cumberbatch e Richard Madden.
È uscito nel periodo natalizio “18 regali”, film drammatico diretto da Vincenzo Amato (“Lasciati andare” e “Imma Tataranni”) e con Vittoria Puccini, Benedetta Porcaroli ed Edoardo Leo. Tratto dalla storia vera di Elisa Girotto, il film racconta il dialogo tra una madre e una figlia sulla soglia della maggiore età; a complicare le cose, purtroppo, una malattia che morde il fianco. Un racconto che parte da note tristi, amare, che si risolve però in un viaggio formativo marcato da tenerezza e ritrovata fiducia nella vita. Attenzione, fazzoletti… e non pochi!
Ancora, per un pubblico adulto in cerca di sguardi serrati e incisivi, c’è il vincitore della miglior sceneggiatura all’ultimo Festival di Berlino, “Favolacce”, opera seconda dei fratelli Damiano e Fabio D’Innocenzo (“La terra dell’abbastanza”), con un sempre bravo Elio Germano. Al centro della storia famiglie disperse, sofferenti, nella periferia romana, dove non si intravede un lampo di speranza, o quasi…
Infine, tra gli altri titoli aggiunti di recente si segnalano: “First Man” di Damien Chazelle, “Il ladro di giorni” di Guido Lombardi, “Alice e il sindaco” di Nicolas Pariser e la trilogia “Lo Hobbit” di Peter Jackson.
NowTv punta sul “Complotto contro l’America” e “Succession”
La piattaforma del gruppo Sky promuove serie e cinema attingendo a piene mani dal meglio della passata stagione. Anzitutto sul fronte cinema sono da menzionare il biopic su Judy Garland “Judy” di Rupert Goold con una Renée Zellweger da Oscar (il secondo dopo “Ritorno a Cold Mountain”), il ritratto di Bettino Craxi in “Hammamet” firmato Gianni Amelio con un camaleontico Pierfrancesco Favino e “Pinocchio” nell’immaginario di Matteo Garrone (5 David di Donatello) con il ritorno al cinema di Roberto Benigni.
Ma è sul fronte delle serie che NowTv spinge molto. Novità d’agosto è “Il complotto contro l’America” miniserie di taglio politico-fantastico dalla penna di Philip Roth che tratteggia l’idea di un’America anni ’40 allineata con la Germania nazista. Ucronia. Ideatori della miniserie targata HBO sono Ed Burns e David Simon, nel cast John Turturro, Winona Ryder, Zoe Kazan e Morgan Spector. Aggancia, ma con lentezza.
Ancora, tra i grandi ritorni in piattaforma c’è “Succession” prodotta ugualmente da HBO, serie tra le più premiate negli ultimi due anni tra Emmy e Golden Globe, firmata Jesse Armstrong: è il racconto del tycoon Logan Roy (Brian Cox) e dei suoi figli, una partita a scacchi legata alla successione per la guida della potente Media Company. Una cinica lotta per il potere, tra irrisolti familiari e situazioni tragicomiche con echi shakespeariani. Per gli amanti del black humor, da non perdere!
AppleTv+ punta sulle miniserie “Ted Lasso” e “Little Voice”
Due novità estive in casa AppleTv+. È arrivata già a luglio “Little Voice”, serie composta da 9 episodi da 30 minuti con protagonista Brittany O’Grady e prodotta da Sara Bareilles, Jessie Nelson e J.J. Abrams (richiama tanto la sua “Felicity”). Un racconto accattivante, patinato, tra le vie di New York, al seguito della giovane ventenne Bess King in cerca di successo come cantante e forse anche dell’amore. Non pochi i tempi in campo, a cominciare dalla famiglia, il rapporto con un padre deragliato e un fratello con disabilità. Bellissime le musiche e gli sguardi sulla Grande Mela… rimangono appiccicati!
Secondo titolo è “Ted Lasso”, serie comica da dieci episodi (anche qui da 30 minuti) scritta e interpretata dall’attore statunitense Jason Sudeikis: il racconto di un allenatore americano, appunto Ted Lasso, assunto da un club calcistico inglese per risollevare le sorti della squadra… peccato che Ted non sappia nulla di calcio, perché il suo mondo è il football. Umorismo scoppiettante giocato anche su contrapposti usi e abitudini tra americani e inglesi. Assolutamente frizzante.
Proposte educational tra VatiVision e Disney+
Lungo le vie della bellezza, è questa l’offerta della piattaforma VatiVision. Tra le novità estive in evidenza i viaggi virtuali nei grandi musei come gli Uffizi di Firenze, l’Ermitage di San Pietroburgo, il British Museum di Londra o il Prado di Madrid, come pure il racconto del cammino di Santiago oppure i luoghi del sacro come il santuario di Loreto. In evidenza, poi, i documentari sui pontefici del XX e XXI secolo, in particolare molti su papa Francesco. Per un’evasione estiva nel segno della conoscenza e della testimonianza.
Sulla piattaforma Disney+ troviamo molte proposte educational a cominciare dal musical “The Greatest Showman” (2017) di Michael Gracey con Hugh Jackman e Michelle Williams, seguito dalla commedia per ragazzi “Magic Camp” (2020) di Mark Waters con il comico Adam DeVine e il film live-action “Lo schiaccianoci e i quattro regni” (2018) firmato Lasse Hallström e Joe Johnston. Presente già da luglio, ma assolutamente da non perdere, è il progetto che fonde cinema e teatro con il musical dei record “Hamilton” di e con Lin-Manuel Miranda, vincitore di 11 Tony Award e un Pulitzer… Come rileggere la Storia a stelle e strisce a tempo di Rap e R&B. Applausi!