• on agosto 10, 2020

A Beirut tra aiuti e tensioni politiche, le parrocchie sono a lavoro

Dimissioni di tre ministri in due giorni in Libano, mentre resta alta la tensione a seguito dei disordini del fine settimana per le strade di Beirut. La Conferenza dei donatori, ieri, ha stanziato 250.000 euro in aiuti, da far arrivare attraverso l’Onu direttamente alla popolazione, e ha chiesto riforme che rispondano ai bisogni della popolazione. Nella capitale, ferita dalla catastrofe di martedì scorso, in tanti si offrono volontari per prestare soccorso. Con noi don Elia Mouannes di una parrocchia vicino al quartiere più colpito di Karantine